Una professoressa è stata sospesa dopo essersi rifiutata di indossare la mascherina Ffp2 invece di quella chirurgica in aula, nonostante nella sua classe pochi giorni prima uno studente fosse risultato positivo al Covid. Non solo, secondo quanto riportano le agenzie di stampa la donna non è in possesso del super Green pass perché non vaccinata. La vicenda, riportata dalla Gazzetta di Modena, è accaduta in una terza media dell’istituto Giosuè Carducci di Modena il 14 gennaio. Alle azioni della docente, gli studenti avevano risposto abbandonando banchi e aula, filmati con il cellulare dalla donna.

Era stata poi la stessa insegnante a chiamare le forze dell’ordine, per denunciare gli alunni utilizzando il video registrato in classe: una scelta che le si è ritorta contro. Gli agenti della polizia locale, infatti, una volta sul posto hanno scoperto che la docente non aveva il certificato verde, obbligatorio per la categoria da metà dicembre, così l’hanno multata con una sanzione da 400 euro. Sul perché la professoressa potesse insegnare, anche se sprovvista del super green pass, sono in corso gli accertamenti degli agenti, che stanno ascoltando anche i genitori dei ragazzi per ricostruire l’accaduto. Uno di loro ha anche riferito ai quotidiani locali che in altre occasioni la docente aveva espresso posizioni negazioniste riguardo alla pandemia da Coronavirus. I genitori dei ragazzi, come ha riportato il Corriere della Sera, avevano già segnalato il problema con una mail inviata alla preside chiedendo un provvedimento nei confronti dell’insegnante mercoledì 12 gennaio.

Il gesto dei ragazzi, che hanno abbandonato l’aula non sentendosi più al sicuro dal contagio, ha avuto una eco immediata, arrivando a Roma e al parlamento. Infatti, sulla vicenda è intervenuto il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni, che ha dichiarato: “Quegli studenti di terza media alla scuola Carducci di Modena che ieri si sono ribellati alla loro prof, incurante delle precauzioni contro il contagio, hanno dimostrato serietà e correttezza. E hanno fatto bene le forze dell’ordine a sanzionarla anche perché non solo non aveva la Ffp2 ma neanche il green pass rafforzato” Il parlamentare dell’opposizione ha rivolto un’appello alle autorità scolastiche perché indaghino per capire “come sia stato possibile che sia accaduta una cosa simile”, annunciando poi che il suo partito presenterà un‘interrogazione parlamentare al ministro dell’Istruzione “perché vengano accertate tutte le responsabilità della docente e di chi ha permesso quello che è avvenuto”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Impianti d’aerazione, Bianchi: ‘Stanziate cifre rilevanti’. Presidi: ‘Sa che non potevamo usare quei soldi’. Una nota del dicastero lo conferma

next
Articolo Successivo

Le università “dimenticate” vanno in ordine sparso. “Serve didattica integrata. Chiudere è la strada più facile, ma penalizza i fuorisede e chi non ha aiuti”

next