Con una vittoria, tre pareggi e sette sconfitte in 11 partite tra campionato e Coppa Italia, si è conclusa l’esperienza di Andriy Shevchenko sulla panchina del Genoa. Lo ha annunciato lo stesso club ligure con una nota: “Il tecnico Andriy Shevchenko è stato sollevato dall’incarico. Il club ringrazia l’allenatore e il suo staff per il lavoro svolto con impegno in questi mesi. La guida tecnica della prima squadra sarà affidata temporaneamente a mister Abdoulay Konko, coadiuvato da Roberto Murgita“. Konko, che ha militato nel Genoa prima nel 2007/2008 e poi nel 2011, era tornato nel capoluogo ligure a gennaio 2021 per allenare la sezione Under 17 con cui aveva anche raggiunto la finale del torneo, persa con la Roma. Secondo gli esperti di calciomercato il marsigliese, che ha militato anche nella Lazio, starebbe solo riscaldando la panchina per l’arrivo del tedesco Bruno Labbadia. L’allenatore ha già lasciato l’Herta Berlino, ma ancora non è arrivata l’ufficialità del Genoa sul suo ingaggio.

Il tecnico ucraino aveva sostituito il tecnico Ballardini, esonerato a novembre per la quarta volta dai rossoblu. L’ultima partita di Ballardini coincideva con l’ultima da presidente per Enrico Preziosi, e l’arrivo di Sheva, fortemente voluto dai nuovi padroni americani, il fondo 777 Partners, doveva simboleggiare un punto di svolta decisivo per il grifone. Invece il nome dell’ex pallone d’oro 2004 va ad aggiungersi al tabellone degli allenatori esonerati in questa Serie A 2021/22. Con lui infatti sale a sei il numero delle panchine saltate. Bastano tre giornate al Cagliari e al Verona per capire che bisogna cambiare qualcosa: così Leonardo Semplici ed Eusebio di Francesco lasciano il posto Walter Mazzarri e Igor Tudor. Dopo l’ottava giornata, e un bilancio di una vittoria, un pari, sei sconfitte, la Salernitana ha licenziato Fabrizio Castori, al posto del quale è stato chiamato Stefano Colantuono. Quarta squadra in ordine temporale è proprio il Genoa, con Davide Ballardini, che ha terminato la quarta esperienza al Genoa dopo la dodicesima giornata. Infine, dopo 16 turni di campionato, è toccato a Luca Gotti, che ha lasciato l’Udinese dopo 3 vittorie, 7 pareggi e 6 sconfitte ed è stato sostituito da Gabriel Cioffi, suo secondo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coppa d’Africa, occasione o impiccio? La Fifa fiuta l’affare: ‘Torneo ogni 4 anni’. Ma per gli africani la cadenza biennale è più di un rito

next
Articolo Successivo

Da Parigi al Nepal allenatori, bomber e campioni: il calcio italiano da esportazione negli angoli più sperduti del pianeta

next