Si dimezzano i tamponi e cala anche il numero dei contagi, ma il tasso di positività sale al 22%: significa che ogni cinque test effettuati è risultato un positivo. Il giorno dopo l’Epifania sono 108.304 i nuovi casi individuati in Italia, frutto di 492.172 tamponi processati nelle ultime 24 ore. Rispetto a ieri i contagi sono meno della metà, ma con oltre mezzo milione di test effettuati in meno: per questo l’incidenza cresce ancora di 2,3 punti percentuali. E a testimoniare la gravità della situazione sono i dati su decessi e ricoveri: il bollettino del ministero della Salute comunica altri 223 morti in 24 ore, mentre il numero dei pazienti Covid nei reparti ospedalieri di area medica cresce di 764 unità in un giorno. Il totale sfonda quota 14mila (14.591). Sono invece 1.499 i posti letto occupati da pazienti positivi in terapia intensiva: +32 il saldo tra entrate e uscite, in una giornata da 120 nuovi ingressi. Gli italiani attualmente positivi al coronavirus sono 1.674.071 e crescono di 80mila da giovedì.

Il confronto con la scorsa settimana evidenzia come l’allarme non riguarda più soltanto l’impennata dei contagi. I casi sono passati da 478mila in 5 giorni a 755mila (da lunedì ad oggi): un andamento “frenato” dai 384mila tamponi in meno effettuati questa settimana rispetto alla scorsa. Ora però anche i ricoveri stanno accelerando vistosamente: nei primi cinque giorni della scorsa settimana si era registrato un aumento di 1.930. Già rilevante. Da lunedì ad oggi il saldo segna un +2.835. In proporzione, anche le terapie intensive stanno accogliendo sempre più pazienti: questa settimana ci sono stati 685 nuovi ingressi, quasi il 15% in più rispetto ai 598 che venivano registrati venerdì scorso. Infine, è vistoso anche l’aumento dei decessi: sono 1.051 negli ultimi 5 giorni, ovvero più di 200 ogni 24 ore. La scorsa settimana si fermavano a 791.

I dati regionali – La Lombardia resta la Regione con più contagi, ma sono “solamente” 18.667 i nuovi casi individuati. Ieri erano 52.693. Il basso numero di tamponi fa sì d’altronde che nessuna delle Regioni più grandi registri oggi un incremento rispetto a giovedì. In Emilia-Romagna sono 17.119 i positivi in 24 ore, segue il Lazio con 11.905. La Campania comunica 9.739 nuovi contagi, anche in Sicilia sono 9.248. Il Piemonte oggi dimezza i suoi casi: 7.652. Cala addirittura di 10mila la Toscana, con 7.567 nuovi positivi. Seguono il Veneto con 6.846 casi, mentre la Puglia registra un aumento, seppure lievissimo, da ieri: 5.581 nuovi contagi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Miozzo: “Prima il Cts si riuniva quasi ogni giorno, ora non si esprime su vaccini e scuola. Dibattito scientifico sostituito da analisi politiche”

next