Si sono radunati nella centrale piazza Santi Apostoli a Roma i lavoratori di Air Italy che dal primo gennaio hanno perso il lavoro. Uomini e donne che non potranno più godere della Cassa integrazione e che ora chiedono al Governo di prendere provvedimenti per salvare l’azienda. “Qualcuno ha barattato il nostro futuro, ma abbiamo ottenuto solo le lettere di licenziamento”, ha sottolineato il rappresentante sindacale della FILT Cgil, Gianluca Griffo. “A maggio ci sarà un nuovo bando e le parti dovrebbero incontrarsi. È importante coinvolgere i lavoratori”, rimarca Massimiliano Marchese della Ugl Trasporti. Nel corso della manifestazione i lavoratori hanno provato a dar fuoco alle divise, non riuscendoci per l’intervento delle forze dell’ordine. “Il nostro lavoro è andato in fumo come le nostre divise, vergogna!”, urla un manifestante.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Brunetta e lo smart working: ricomincia la sua campagna contro la pubblica amministrazione

next
Articolo Successivo

Congedi parentali per Covid, procedure Inps attive: i genitori possono fare richiesta (anche con effetto retroattivo)

next