La Struttura commissariale e le associazioni di categoria hanno raggiunto l’accordo per la vendita in farmacia di mascherine Ffp2 al prezzo calmierato di 75 centesimi di euro l’una. L’accordo sarà siglato a breve, e le adesioni saranno sottoscritte attraverso il sistema tessera sanitaria. Le Ffp22 sono diventate obbligatorie, con il decreto della vigilia di Natale, in Italia a bordo di aerei e treni dove il tempo di permanenza può essere lungo, e anche sui mezzi pubblici dove il distanziamento non può essere garantito, oltre che in cinema, teatri, stadi.

L’accordo con FederFarma, AssoFarm e FarmacieUnite è stato raggiunto dalla Struttura commissariale del generale Francesco Figliuolo, d’intesa con il ministero della Salute e sentito l’ordine dei Farmacisti. Secondo una recente ricerca se sia la persona positiva a Sars Cov2 che quella non infetta indossano le mascherine Ffp2 ben aderenti, il rischio massimo di infezione dopo 20 minuti è poco più dell’uno per mille, anche a una distanza più ridotta. Se i dispositivi di protezione individuale sono indossati male la probabilità di infezione aumenta a circa il 4%, anche se comunque è ridotto il rischio di infezione.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Covid, in frigo poco più di 2 milioni e mezzo di dosi di vaccino. Figliuolo garantisce: “Disponibili 26 milioni di somministrazioni a gennaio”

next
Articolo Successivo

Bologna, un divano nel bidone dell’umido. La foto del sindaco Lepore: “Ci vuole molta stupidità”

next