L’Italia corre verso quota 30mila contagi al giorno e segna il record di nuovi casi nel 2021: oggi sono 28.632 i positivi al coronavirus, frutto di 669.160 tamponi molecolari e antigenici effettuati nelle ultime 24 ore. Il tasso di positività schizza al 4,3%, in netto aumento rispetto al 3,6% di giovedì. Il ministero della Salute comunica altri 120 morti in un giorno. Sono 923 i pazienti in terapia intensiva in Italia, 6 in più nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 70. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari salgono a 7.520: 182 in più da ieri. Sono in totale 331.968 gli attualmente positivi al Covid in Italia, 14.038 in più rispetto a giovedì.

Il confronto con sette giorni fa rende l’idea dell’accelerazione che la pandemia ha avuto in questi ultimi giorni: venerdì scorso infatti si sfondava per la prima volta in questa quarta ondata quota 20mila casi (20.497). Oggi i contagi giornalieri sono oltre 8mila in più, con un incremento di circa il 40%. Analizzando il trend da lunedì a venerdì, il confronto con la scorsa settimana è ancora peggio, anche se viziato dal mezzo milione di tamponi in meno effettuati. Tenuto conto di questo aspetto, si è passati da 76.242 a 111.325 casi in cinque giorni. Tre settimane fa, al venerdì i casi totali registrati erano esattamente la metà.

Il saldo dei ricoverati è rimasto stabile (+886 contro +823), mentre sono aumentati notevolmente i nuovi ingressi in terapia intensiva. Tra lunedì e venerdì della settimana scorsa erano stati 341, ora sono 408. Lo stesso discorso vale anche per i decessi: 474 contro 590. Dall’inizio della pandemia i casi totali sono 5.336.795, i morti 135.421. I dimessi e i guariti sono invece 4.869.406, con un incremento di 14.457 rispetto a ieri.

L’effetto dei vaccini
Il precedente record di casi in un giorno nel 2021 risale al 12 marzo, quando furono registrati 26.824 contagi: fu il picco della terza ondata. I numeri di quel giorno aiutano a rendere l’idea di quanto i vaccini stiano proteggendo gli ospedali dalla quarta ondata: allora erano 23.656 i posti letto occupati in area medica nelle strutture di tutta Italia, il totale dei pazienti Covid in terapia intensiva ammontava a 2.914. Oggi, con lo stesso numero di contagi, i ricoverati totali sono 18.127 in meno, neanche un terzo.

I dati regionali
Lombardia e Veneto insieme registrano più di un terzo dei casi totali: 5.590 e 5.577 in 24 ore. Corrono anche Piemonte ed Emilia-Romagna, che dopo aver superato ieri quota 2mila casi oggi comunicano rispettivamente 2.510 e 2.507 nuovi contagi. Si ferma invece momentaneamente la crescita del Lazio: sono 2.121 i nuovi positivi, in netto calo rispetto a giovedì. Altre 4 Regioni superano quota mille casi: la Campania ne comunica 1.841, la Sicilia arriva a 1.522, la Toscana resta stabile a 1.227 e la Liguria è ancora a 1.023 contagi in un giorno.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Luca Lucci, le chat criptate del capo ultrà del Milan arrestato per droga: “Ho mezzo milione di lavoro”, “Mangiamo tutti e pure bene”

next
Articolo Successivo

Omicron, allo Spallanzani curata paziente con anticorpi monoclonali. “Donna di 50 anni vaccinata che si è negativizzata in 8 giorni”

next