Babbo Natale? Vorrebbe come regalo dalle istituzioni che dal 2022 si mettesse veramente la crisi climatica nelle agende”. A parlare è uno degli attivisti di Extinction Rebellion che oggi, travestito da ‘Babbo Natale’, insieme ad altri attivisti ha protestato a Torino, fuori dal palazzo del Consiglio regionale del Piemonte. “Siamo qui al Consiglio regionale del Piemonte e continueremo a venire fintanto che l’emergenza climatica non entrerà nelle tematiche e negli ordini del giorno del Consiglio. Le nostre richieste sono sempre le stesse: che le istituzioni inizino a dire la verità sulla condizione della crisi climatica e sanitaria, che vengano immediatamente fatte azioni per arginare il problema e che venga ridato spazio alla partecipazione dei cittadini”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“In Ue i 20 maggiori marchi di carne e latticini inquinano come la metà dei colossi oil&gas. E non sono obbligati a dichiarare quanto emettono”

next
Articolo Successivo

Acciaierie d’Italia, dov’è il piano industriale? Non esiste, è un esercizio di metafisica

next