Vaccini a persone senza fissa dimora e migranti al convento dei Missionari Vincenziani, nel rione Sanità di Napoli. “Per ora sono stati intercettate circa 150 persone e ci stiamo dedicando alle prime dosi – ha raccontato la Bianca Iengo, direttrice del centro “Gocce di carità”, struttura ospitata all’interno del convento. L’obiettivo, spiega, è quella di allargare la rete di assistenza e solidarietà. “A noi si rivolgono immigrati, senza tetto, persone che vivono un po’ ai margini e che noi riusciamo ad intercettare e a inserire nel ciclo di vaccinazione” ha dichiarato Alfonso Barbarisi, presidente dei docenti universitari cattolici

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Liliana Segre: “Sono cambiate le persone e i tempi, ma l’odio che ho conosciuto da bambina c’è anche adesso”

next
Articolo Successivo

L’appello a Draghi: “Dichiari il 2022 anno del volontariato, è un bene pubblico prezioso e non servono soldi”

next