Jona Mullaraj, 36enne militante leghista di origini albanesi e residente a Saronno (Varese), è stata arrestata giovedì dai carabinieri a Desio, in Brianza, con l’accusa di aver gestito un traffico di droga. Le sono stati sequestrati 450 chili di hashish. Arrivata in Italia anni fa, sul suo profilo Facebook compaiono molte foto dov’è impegnata in gazebo ed eventi della Lega, oltre a selfie con Matteo Salvini e altri leader locali del Carroccio, nonché post di sostegno manifestazioni no Green pass.

Ufficialmente, Mullaraj lavora nel settore dell’edilizia. Stando alle indagini dei carabinieri coordinati dalla Procura di Monza, però, era lei a esercitare il controllo sulla rete di spaccio scoperta giovedì a Desio, dopo che un 45enne suo complice l’ha ingannata simulando il furto (da un box di Cesano Maderno trasformato in magazzino di stoccaggio) dei quattro quintali e mezzo di stupefacente poi sequestrati. Nell’operazione sono state arrestate cinque persone.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Abuso d’ufficio, accuse archiviate per l’ex comandante generale dei carabinieri Del Sette

next
Articolo Successivo

“Profonda preoccupazione per l’eccessiva durata dei processi civili in Cassazione in Italia”: l’allarme del Consiglio d’Europa

next