Fa parte della “Guikas Collection” una serie di vetture speciali dell’omonima azienda francese che, da più di trent’anni, si occupa della compravendita di auto d’epoca. I veicoli sono stati messi all’incanto da RM Sotheby’s senza prezzo di riserva, all’interno del circuito Paul Ricard, dove i presenti hanno potuto assistere alla sfilata di alcune delle più rappresentative.

“L’asta della Collezione Guikas ha venduto il 100% degli 87 interessanti lotti tra auto, barche e memorabilia, per un totale di quasi 40 milioni di euro. La splendida cornice del circuito Paul Ricard ha permesso ai clienti di vivere un’esperienza unica: vedere alcune delle auto da corsa e stradali guidate in pista durante l’asta. La Collezione Guikas ha raggiunto uno dei totali di vendita più alti nella storia delle aste automobilistiche europee e RM Sotheby’s è orgogliosa di aver realizzato una vendita storica”. Così ha commentato Jarrett Rothmeier, Vicepresidente Senior Vendite Private e Servizi Finanziari di RM Sotheby’s.

Di certo, la più desiderata è stata la Ferrari 250 GT Berlinetta Competizione Pinin Farina del 1955, uno dei modelli di maggior successo tra le prime introdotte dal Cavallino, aggiudicata ad una cifra di 5,500,000 euro. La vettura, è uno dei sei prototipi costruiti e rappresenta l’antesignana della “Tour de France”, nata per correre la competizione di dieci giorni. Presentata al Salone di Torino del 1955, è stata restaurata da Ferrari nel 1977 ed è certificata da Ferrari Classiche.

Cifra record anche per la Ferrari 250 GT Cabriolet del 1958, nera con interni in pelle turchese, una delle sole 40 costruite che ha raggiunto quota 3,925,000 euro. Un altro prodotto di Maranello aggiudicato a 1,900,000 euro, è la 275 GTB del 1965: un esemplare modificato per le gare ed una delle 24 “naso corto” da corsa dell’epoca.

Un elegante esempio di auto francese anteguerra è la Delage D8 S Cabriolet del 1933 a passo corto. Nella sua vernice nero/viola con interni in legno e pelle nera, è stata venduta per 750,000 euro. Oltre alle classiche, sono state messe all’asta anche le vetture sportive che hanno calcato le piste internazionali, come la Ferrari 575 GTC del 2005, una delle ultime auto da corsa V12 costruite dalla Ferrari, venduta a 2,350,000 euro. La Renault-Alpine A442, che ha permesso al team Renault di vincere il primo titolo a Le Mans, ha raggiunto quota due milioni.

Non solo auto, a far bella mostra di sé durante l’asta anche il motoscafo Miura, alimentato da due motori Lamborghini V12 da 720 cavalli l’uno. Prodotto dal costruttore Cantieri Uniti Viareggio è stato il vincitore del Campionato del Mondo nel 1984, grazie anche al peso ridotto di 360 kg per motore. Ispirato nel design al Riva Aquarama di Ferruccio Lamborghini, è stato acquistato per 60,000 euro.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Eicma 2021, torna lo spettacolo delle due ruote. E omaggia Valentino Rossi

next
Articolo Successivo

Mini festeggia a Roma i suoi primi vent’anni nel gruppo Bmw. E presenta un libro

next