Si sono radunati in segreto nella notte e illegalmente, all’interno di un capannone abbandonato, fino a quando non sono stati scoperti dai Carabinieri. Circa 4mila persone si sono riunite ieri sera in quello che le forze dell’ordine hanno definito un mega rave party in una zona industriale dismessa tra Borgaretto e Nichelino, alle porte di Torino. Un numero che poteva essere ben maggiore senza il tempestivo intervento dei militari dell’Arma che, sostengono, hanno impedito così l’arrivo di almeno altre 10mila persone dirette all’evento.

In molti, infatti, se ne sono andati dopo l’individuazione dei punti del rave, organizzato via Telegram, convinti ad abbandonare l’area dall’immediato e massiccio dispiegamento di forze dell’ordine. Adesso, sostiene il sindaco di Nichelino Giampiero Tolardo, “la situazione è complessa, ma è ben gestita e sotto controllo”. Nella zona è arrivato anche il prefetto di Torino, Claudio Palomba, che ha svolto un sopralluogo, insieme al comandante provinciale dei carabinieri di Torino, generale Claudio Lunardo, il questore Vincenzo Ciarambino, Tolardo e i vertici dei Vigili del Fuoco e della Croce Rossa. “Attualmente stimiamo che ci siano circa 4mila persone all’interno di un capannone abbandonato – ha spiegato il primo cittadino – Ci sono molti mezzi parcheggiati lungo la strada, ma si sta gestendo il deflusso con le forze dell’ordine e la Croce Rossa”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Siracusa, almeno 40 interventi dei vigili del fuoco nella notte per le forti piogge. I vigili del fuoco recuperano un’auto in un sottopasso

next
Articolo Successivo

Novara, No green pass sfilano vestiti come deportati nei lager nazisti. L’Anpi condanna l’iniziativa: “La vergogna dell’ignoranza”

next