L’ultima sparata totalmente antiscientifica di Jair Bolsonaro è costata al presidente brasiliano la cancellazione del suo ultimo video da Facebook e Youtube e persino la sospensione del suo profilo dal popolare social video. Nel corso dell’ultimo messaggio rivolto ai cittadini brasiliani, il capo dello Stato è arrivato a sostenere che vi sia un non precisato legame tra la somministrazione dei vaccini anti-Covid e la sindrome da immunodeficienza acquisita, dicendo di fatto che le iniezioni a ciclo completo sarebbero collegate allo sviluppo dell’Aids in maniera più rapida del previsto.

Un’affermazione, fatta nel corso di una diretta di giovedì, immediatamente contestata come falsa e assurda dalle autorità sanitarie e che ha provocato la rimozione del video dalla piattaforma online: “Le nostre politiche non consentono di affermare che i vaccini contro il coronavirus uccidono o causano gravi danni alle persone”, ha affermato il social per giustificare la rimozione sia da Instagram che da Facebook, secondo quanto riportato dal Folha de Sao Paulo. Si tratta del secondo messaggio del presidente cancellato dalla piattaforma di Mark Zuckerberg dopo quello del mese di marzo 2020 in cui Bolsonaro promuoveva l’assunzione della clorochina, farmaco contro la malaria, come trattamento preventivo anti-Covid. E oggi Youtube, che aveva già rimosso il contenuto, ha anche deciso di sospendere per una settimana il profilo del capo dello Stato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Cina, timore per l’aumento dei contagi: in lockdown 4 milioni di persone nella città di Lanzhou

next