“Abbiamo approntato un meccanismo che costringe tutti i soggetti che fanno verifiche e controlli a riversare i dati dentro una banca. Questo lavoro sarà importante per arrivare ad avere una qualificazione delle imprese, cioè vedere le imprese che nel tempo si sono comportate bene e quelle che hanno violato la legge e far conseguire a questo anche una serie di determinate conseguenze”. Lo sottolinea il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, spiegando in un video pubblicato Facebook le novità in materia di sicurezza sul lavoro introdotte nel decreto fiscale approvato dal consiglio dei ministri di venerdì 15 ottobre . Si tratta, afferma, di un primo passo “importante”, ma dovranno seguirne “molti altri”. “Nelle prossime settimane – aggiunge – convocherò le parti sociali per verificare quali ulteriori passaggi fare e come accompagnare con il dialogo sociale ulteriori scelte”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Grafica Veneta, dopo il patteggiamento dei manager per sfruttamento dei lavoratori, il patron cambia versione. E insulta gli operai pakistani

next
Articolo Successivo

Incidenti sul lavoro, 32enne boscaiolo muore travolto da un albero nel Bellunese. Due feriti gravi in Veneto e uno in Trentino

next