Almeno cinque persone sono state uccise e altre sono rimaste ferite in un attacco con arco e frecce avvenuto in Norvegia, nella cittadina di Kongsberg, 28mila abitanti nel Sud-est del Paese, a 80 chilometri da Oslo. Dalle 18:30 circa, per oltre mezz’ora, l’assassino ha iniziato a prendere di mira diversi passanti, trafiggendo alla schiena anche un agente di polizia. Per la strage è stato arrestato un uomo, portato nel comando di polizia della vicina città di Drammen: secondo il capo delle forze dell’ordine di Konsberg, Oyvind Aas, ha agito da solo. “Possiamo purtroppo confermare che ci sono diversi feriti e sfortunatamente anche molti morti”, ha detto. I motivi dell’azione sono ancora da individuare: non si esclude un “background terroristico“, motivo per cui sono stati allertati i servizi di intelligence. “La situazione è sotto controllo. Ora è molto importante che la polizia faccia il proprio lavoro”, ha rassicurato la prima ministra norvegese Erna Solberg, parlando di “atti orribili” e dicendo di “comprendere che molte persone abbiano paura”.

In base a quanto ricostruito finora, il primo attacco è avvenuto in un supermercato di una zona residenziale, ora isolata: da qui, poi, si sarebbe spostato in altri luoghi, tra cui – a quanto pare – un dormitorio per studenti. Sulle scene del crimine sono arrivati in breve tempo numerosissimi mezzi di emergenza, tra cui ambulanze, auto della polizia ed elicotteri che hanno iniziato a pattugliare le strade, mentre le autorità chiedevano ai residenti di rimanere in casa. Diversi quartieri sono stati quindi isolati con transenne e sul luogo del primo attacco è arrivata anche una squadra di artificieri. Secondo l’emittente Nrk, che cita informazioni raccolte sui social network, l’aggressore aveva anticipato da diversi giorni l’intenzione di compiere una strage con un post sul proprio canale YouTube, dando anche una dimostrazione della propria abilità con arco e frecce.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Texas, bloccata la condanna a morte di un imputato ebreo: “Il giudice che ha emesso la sentenza è antisemita”

next
Articolo Successivo

Vaccini, Oms: “I Paesi che continuano a lanciare dosi booster ora, impediscono ad altri paesi di immunizzare. L’offerta è limitata”

next