E’ rimasto incastrato in un tombino mentre tentava di recuperare un oggetto ed è rimasto soffocato. Questa l’ipotesi dopo che una guardia giurata, la scorsa notte, ha trovato un cadavere in via Palestro a Padova: era disteso sulla strada e il busto era infilato nella cavità. Si tratta di un 55enne di Sassari che viveva poco lontano dal luogo della tragedia. Secondo i primi riscontri, l’uomo – dopo aver assunto sostanze alcoliche – verso le 3.30 ha rimosso il coperchio di ghisa e ha tentato di entrare nel tombino. È morto però soffocato a causa della fanghiglia e gli operatori del 118 hanno solo potuto constatarne il decesso. Sul corpo – dicono gli inquirenti – non ci sono ferite o altri segni di violenza. La salma è ora a disposizione dell’autorità giudiziaria. Sul caso indaga la polizia di Stato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Taranto, 75enne uccide la compagna con un taglierino e tenta il suicidio. È in stato di fermo

next
Articolo Successivo

Sassuolo, anziana sbranata dai cani dei vicini: indagata la badante per “omessa vigilanza”

next