Poche ore fa è crollato, in modo parziale, una porzione della parete nord del cratere del vulcano Cumbre Vieja, a La Palma, nelle Canarie. Nuove colate laviche stanno raggiungendo il centro abitato di Todoque, dove le autorità hanno già predisposto un piano emergenziale di evacuazione per i residenti della zona. Su un altro versante del vulcano, attivo ormai da diverse settimane, il magma incandescente ha travolto un polo industriale dal cui incendio si stanno sprigionando dei gas tossici con il pericolo di forti e devastanti esplosioni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“L’Europa resti bianca”. Urla e accuse: così l’estrema destra interrompe l’Evento Europeo della Gioventù contro le discriminazioni

next
Articolo Successivo

California, aereo da turismo precipita su un quartiere residenziale: ci sono almeno due vittime e diversi feriti (video)

next