Ci urlavano ‘assassini’ ed epiteti che non posso riferire. C’è stata un’aggressione fisica e due infermiere e due poliziotti sono rimasti feriti. C’erano 30-40 persone che volevano entrare a tutti i costi”. Il diretto del pronto soccorso dell’Umberto I di Roma, Francesco Pugliese, ha raccontato in diretta tv, ospite di Lilli Gruber a Otto e mezzo, su La7, le ore di paura in cui “i nostri sanitari si sono barricati all’interno dell’ospedale” durante l’assalto di un gruppo di no vax, avvenuto sabato scorso. “Come cambia il nostro lavoro dopo questo episodio? Non deve cambiare. Noi non guardiamo il colore politico, curiamo tutti”, ha aggiunto Pugliese, che è anche primario del reparto di Terapia intensiva. “Purtroppo, in questi mesi – ha proseguito – abbiamo curato molti no vax. E dico ‘purtroppo’ perché la soluzione per non ammalarsi in forma grave c’è”.

Video La7

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Moby, Vincenzo Onorato lascia la presidenza della compagnia: “Attacchi vigliacchi da due anni”

next
Articolo Successivo

Assalto alla sede Cgil, lite Sallusti-Landini a La7. “Cosa pensa dei crimini comunisti e delle foibe?”. “Non accettiamo lezioni di democrazia”

next