Il Nobel per la Chimica 2021 è stato assegnato al tedesco Benjamin List e al britannico David Mac Millan. Ieri l’Accademia di Svezia ha annunciato il riconoscimento per la Fisica andato anche al fisico italiano Giorgio Parisi, mentre lunedì è stato assegnato il Nobel per la Medicina. L’anno scorso il premio per la Chimica fu assegnato alle due scienziate, Emmanuelle Charpentier e Jennifer Doudna, che hanno scoperto la tecnica del “taglia-incolla” del Dna. L’Accademia quest’anno ha premiato la scoperta di un nuovo tipo di catalisi che permette di utilizzare molecole organiche con una procedura più semplice ed efficace. List, 53 anni, lavora al Max-Planck-Institut, menre Mac Millan, 53 anni, insegna a Princeton negli Usa. Ha studiato negli Stati Uniti, dove si è laureato nel 1966 nell’Università della California a Irvine.

È stato il segretario dell’Accademia Goran Hansoon a leggere i nomi. “Costruire molecole è un’arte difficile. Benjamin List e David MacMillan sono insigniti del Premio Nobel per la Chimica 2021 per lo sviluppo di un nuovo preciso strumento per la costruzione molecolare: l’organocatalisi. Questo ha avuto un grande impatto sulla ricerca farmaceutica e ha reso più green la chimica”.

“Molte aree di ricerca e industrie dipendono dalla capacità dei chimici di costruire molecole in grado di formare materiali elastici e durevoli, immagazzinare energia in batterie o inibire la progressione delle malattie. Questo lavoro richiede catalizzatori, che sono sostanze che controllano e accelerano le reazioni chimiche, senza entrare a far parte del prodotto finale. Ad esempio, i catalizzatori delle auto trasformano sostanze tossiche nei fumi dello scarico in molecole innocue. I nostri corpi contengono anche migliaia di catalizzatori sotto forma di enzimi, che scavalcano le molecole necessarie alla vita” spiega l’Accademia di Svezia.
“I catalizzatori sono quindi strumenti fondamentali per i chimici, ma i ricercatori hanno creduto che ci fossero, in linea di principio, solo due tipi di catalizzatori: metalli ed enzimi. Benjamin List e David MacMillan sono insigniti del Premio Nobel per la Chimica 2021 perché nel 2000 essi, indipendenti l’uno dall’altro, hanno sviluppato un terzo tipo di catalisi. Viene chiamata organocatalisi asimmetrica e si basa su piccole molecole organiche. La rapida espansione dell’uso di catalizzatori organici è dovuta principalmente alla capacità di guidare la catalisi asimmetrica. Quando si costruiscono molecole, spesso si verificano situazioni in cui si possono formare due molecole diverse, che – come le nostre mani – sono l’immagine specchio dell’altra. I chimici spesso ne vorrebbero solo uno, soprattutto quando producono farmaci. L ‘organanocatalisi si è sviluppata ad una velocità sorprendente dal 2000. Benjamin List e David MacMillan restano leader sul campo, e hanno dimostrato che i catalizzatori organici possono essere usati per guidare moltitudini di reazioni chimiche. Utilizzando queste reazioni, i ricercatori possono ora costruire in modo più efficiente qualsiasi cosa, dai nuovi farmaci alle molecole in grado di catturare la luce nelle cellule solari. In questo modo, gli organocatalisti stanno portando il maggior beneficio all’umanità”.
Il premio ammonta a 10 milioni di corone svedesi, da dividersi in modo equo fra i premiati. “Un’enorme sorpresa” ha detto List non appena saputo che gli era stato assegnato il Nobel 2021. “Assolutamente non me l’aspettavo”, ha detto, aggiungendo che si trovava in vacanza ad Amsterdam con la famiglia quando ha ricevuto la telefonata dalla Svezia. List ha spiegato che inizialmente non sapeva che MacMillan stesse lavorando sul suo stesso tema e pensava che la sua potesse essere solo “un’idea stupida” finché non avesse funzionato. “Sentivo che poteva essere qualcosa di grande”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Nobel per la Fisica, Giorgio Parisi e i sistemi complessi: dal comportamento degli atomi alle turbolenze dei mercati finanziari. Fino al volo degli uccelli

next
Articolo Successivo

Nobel per la Fisica 2021, Parisi al Corriere: “Perché ho vinto? Ancora non lo so. Ho sentito che Draghi vuole vedermi”

next