Partecipazione, inclusione e rappresentanza sono le parole d’ordine di “Futura 2021” – la tre giorni, dal 24 al 26 settembre, promossa da Cgil e realizzata con la collaborazione e il supporto tecnico di Futura -, arrivata alla seconda giornata. Oggi saranno sul palco del Teatro Duse di Bologna anche il segretario generale della Cgil Maurizio Landini, il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, la ministra per le Pari opportunità Elena Bonetti, il presidente dell’associazione Libera Don Luigi Ciotti, Romano Prodi, il ministro della Salute Roberto Speranza e il presidente dell’Inps Pasquale Tridico. Tra i temi, il diritto all’istruzione e i divari sociali e di genere nel mondo del lavoro, al centro di tre panel, moderati dalla vicedirettrice de Il Fatto Quotidiano, Maddalena Oliva.

A introdurre il ciclo di incontri di questa mattina – curato dal giornalista de La7, Andrea Pennacchioli – sono stati Romano Prodi e Maurizio Landini. Al primo delle 11: 15, su “Inclusione, diritti, centralità della persona“, hanno partecipato la segretaria confederale della Cgil Rossana Dettori e il ministro Speranza. A quello successivo delle 12:00, “Le protezioni sociali nelle transizioni demografiche e nella vita delle persone“, la ministra Bonetti, il segretario confederale della Cgil Roberto Ghiselli e la sociologa Chiara Saraceno. Nel dibattito però anche le voci della manifestazione nazionale delle donne “Tull quadze / Tutte le donne“, con il collegamento in Piazza del Popolo a Roma.

Proprio le donne saranno le protagoniste del primo incontro del pomeriggio, alle 14:00, “Le donne al lavoro: superare i divari sociali, di genere e di competenze”. Discuteranno la direttrice Istat Linda Laura Sabbadini, la segretaria generale Filcams Cgil Maria Grazia Gabrielli, Giulio Marcon di Sbilanciamoci, Camilla Piredda dell’esecutivo nazionale Udu e Serena Turnone, della Rete degli Studenti Medi . Seguirà alle 15:00 “Superare i divari sociali e di genere: i giovani” insieme – tra gli altri – al presidente di Libera Don Luigi Ciotti, al presidente dell’Inps Pasquale Tridico e ad altri nomi di spicco del panorama accademico nazionale e internazionale. Alle 16:00 il tema del lavoro intersecherà quello della scuola con “La formazione permanente come diritto soggettivo“. Parteciperanno il ministro Bianchi, il presidente del Cnr Maria Chiara Carrozza, la vicesegretaria generale della Cgil Gianna Fracassi e il segretario generale Flc Ggil Francesco Sinopoli. Questi tre appuntamenti saranno moderati dalla vicedirettrice de Il Fatto Quotidiano, Maddalena Oliva.

La giornata si chiuderà in Piazza Santo Stefano alle 19.30, al grido di “Tutti per uno“: Maurizio Landini dialogherà con la giornalista di TRC Bologna, Alice Loreti, ma soprattutto con lavoratori e delegati. Sempre nello spirito di “Inclusione, rappresentanza e partecipazione” che segna “Futura 2021“.

La diretta su www.collettiva.it

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Green pass, esiste il diritto a non vaccinarsi: se così si perde la retribuzione, qualcosa non va

next
Articolo Successivo

Salario minimo, Tridico: “Due milioni di lavoratori guadagnano 6 euro l’ora, non è tollerabile”

next