Migliaia di migranti haitiani sono ormai da tempo ammassati al confine tra Stati Uniti e Messico. Molti stanno cercando di attraversare il Rio Grande dopo aver fatto scorta di cibo nella città di Ciudad Acuna, mentre altri attendono, accampandosi con tende, che la loro richiesta d’asilo venga presa in considerazione da parte delle autorità statunitensi. Fuggono soprattutto dalla povertà e dall’instabilità creata dall’assassinio del presidente, avvenuto ad agosto, e dal terremoto che nello stesso mese ha causato la morte di oltre 1200 persone.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Regno Unito, Johnson vuole tagliare il “reddito di cittadinanza” inglese. Premier nella bufera: “Disumano, così 800mila persone in povertà”

next
Articolo Successivo

Tregua tra le famiglie di Eitan: rimarrà in Israele fino alla ripresa del processo per l’affidamento. Udienze al via dall’8 ottobre

next