“Nel mese si giugno la Commissione europea ha detto sì alla dicitura ‘Prosek’ avanzata dalla Croazia. Abbiamo espresso la nostra contrarietà. L’eventuale autorizzazione al Prosek croato provocherebbe un pericoloso precedente all’italian sounding. A oggi però non è stata presa una decisione definitiva sulla registrazione. La Commissione ha dato consenso alla pubblicazione della domanda, ma l’iter sarà lungo. I nostri Dop e Docg sono da tutelare. Faremo opposizione formale nei confronti della domanda croata e lo faremo in modo compatto”. A dirlo il ministro all’Agricoltura, Stefano Patuanelli, durante un’informativa sulla tutela della denominazione di origine controllata del “Prosecco” al Senato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Regione Lazio, il consigliere no vax Davide Barillari bloccato fuori dall’aula. Il presidente del Consiglio: “Si entra col Green pass”

next
Articolo Successivo

Centrodestra, Salvini: “Federazione? Prendo atto che c’è chi non la vuole. Uniti in Europa e in Italia saremmo più forti”

next