Mike Manley lascia il gruppo Stellantis dove era attualmente responsabile della divisione Stati Uniti e Americhe. Dal prossimo primo novembre sarà il nuovo a.d. di AutoNation, il più grande rivenditore automobilistico mondiale con sede in Florida. Manley, 55 anni, manager-ingegnere britannico, è arrivato in Fca attraverso Chrysler (acquisita nel 2009 da quella che era allora Fiat) dove era amministratore delegato del marchio Jeep. Nel luglio 2018, in concomitanza con l’aggravarsi delle condizioni di salute del numero uno del gruppo Sergio Marchionne, morto il 25 luglio 2018, Manley viene individuato come successore. Traghetta quindi il gruppo nel periodo della pandemia fino all’unione con Psa, che si concretizza a inizio 2021. Con la nascita di Stellantis deve però lasciare il timone a Carlos Tavares, già amministratore delegato della casa francese. Poche settimane fa Christine Fuell è stato scelto da Tavares per guidare il marchio Chrysler. Possibile che Manley non abbia particolarmente gradito.

“Ho avuto la fortuna di conoscere Mike prima come concorrente, poi come partner e collega nella creazione di Stellantis, ma soprattutto sempre come amico. Fin dai primi giorni delle nostre discussioni, abbiamo condiviso una visione, una convinzione e un impegno davvero non comuni ed è su queste solide basi, costruite nel corso degli ultimi anni, che Stellantis ha realizzato i suoi primi risultati impressionanti”, commenta l’addio lo stesso Carlos Tavares . “Quindi, seppur personalmente dispiaciuto di non avere più Mike come collega, sono anche lieto del suo nuovo ruolo di ceo e felice che si unisca al consiglio di amministrazione della Fondazione Stellantis”, aggiunge. Nel 2020 il manager britannico ha incassato quasi 12 milioni di euro di stipendio. Si attende di sapere a quanto ammonterà la sua buona uscita.

“Voglio ringraziare Mike per tutto quello che ha fatto con noi negli ultimi 20 anni. Gli anni passati alla guida di Jeep sono stati fondamentali per la trasformazione del brand e poi, in qualità di amministratore delegato di Fca, ha portato l’azienda a raggiungere risultati record in uno dei periodi più difficili della sua storia. Lavorando a stretto contatto con Carlos, è stato determinante nella creazione e nel riuscito lancio di Stellantis. Gli auguriamo il meglio nel suo nuovo ruolo”. Lo afferma John Elkann, presidente di Stellantis.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Green economy, ecco perché secondo me questa transizione non equivale a decrescita

next
Articolo Successivo

Cosa blocca spesso le donne nel gestire in prima persona il valore creato con il loro lavoro?

next