Nella serata del 14 settembre Apple ha tolto i veli alla sua nuova generazione di smartphone, composta da 4 modelli: iPhone 13, iPhone 13 Mini, iPhone 13 Pro ed iPhone 13 Pro Max.

La famiglia iPhone 13 è accomunata dall’utilizzo del nuovo SoC (System on Chip) A15 Bionic, sviluppato da Apple stessa, che offre una CPU esa-core (2 ad alte prestazioni, 4 ad alta efficienza), una GPU a 4 core su iPhone 13 ed iPhone 13 Mini, a 5 core sui due modelli Pro, ed un nuovo Neural Engine a 16 core, promettendo prestazioni fino al 50% superiori rispetto ai chip equipaggiati sugli smartphone concorrenti. Tutti i modelli arrivano supportano il nuovo iOS15, utilizzano i nuovi display OLED Super Retina XDR ed offrono il supporto alle reti 5G, vedendo l’A15 Bionic capace di passare dalle reti 5G a quelle LTE in base all’utilizzo del dispositivo, ottimizzando così la durata della batteria.

iPhone 13 ed iPhone 13 Mini si presentano rispettivamente con display da 6,1″ e 5,4″, ricoperti da Ceramic Shield, un materiale che promette una resistenza maggiore rispetto ai tradizionali vetri utilizzati su smartphone, offrono la protezione IP68 contro acqua e polvere, e si presentano con una doppia fotocamera sul retro con il sensore grandangolare che presenta con pixel da 1,7µm e la stabilizzazione ottica OIS; la nuova fotocamera frontale TrueDepth è più piccola delle precedenti ma offre comunque il supporto a FaceID . Entrambi i modelli sono capaci di registrare video in 4k a 60fps con tutte le fotocamere, ed offrire il supporto ad HDR con Dolby Vision sia in fase di registrazione che di editing. Saranno disponibili dal 24 settembre, con preordini dal 17, in 5 colori – rosa, azzurro, mezzanotte, galassia e (PRODUCT)RED – ed in 3 tagli di memoria partendo da 128GB fino a 512GB; il prezzo per iPhone 13 partirà da 939€ mentre per il Mini da 839€.

iPhone 13 Pro e Pro Max utilizzano rispettivamente display da 6,1″ e 6,7″, con supporto alla tecnologia Pro Motion che abilita il refresh rate adattivo fino a 120Hz, come per gli altri due modelli vedono lo schermo ricoperto da Ceramic Shield, mentre sul posteriore la colorazione è ottenuta mediante una lavorazione con nanoparticelle di ceramiche metalliche. Integrano un sistema a tripla fotocamera posteriore composto da lente grandangolare, ultragrandangolare (con supporto a Macro) e tele (3x) da 77mm; dal punto di vista fotografico sono disponibili la nuova modalità Notte, il supporto a Smart HDR 4, Deep Fusion, Apple ProRAW e le funzionalità di ritratto.

Un grande miglioramento viene offerto rispetto alle precedenti generazioni dal punto di vista della ripresa video, grazie anche a novità come la modalità Cinema che permette una gestione automatizzata della profondità e messa a fuoco supportata da AI, mentre nelle normali riprese sarà possibile cambiare la messa a fuoco anche a ripresa in corso. iPhone 13 Pro e Pro Max offriranno agli utenti la possibilità di esportare le proprie riprese sia in Dolby Vision che nella codifica ProRes.

I nuovi iPhone PRO arriveranno sul mercato a partire dal 24 Settembre (con preordini aperti dal 17) con prezzi a partire da 1189€ per l’iPhone 13 Pro e da 1289€ per l’iPhone 13 Pro Max nelle varianti da 128GB, vedendo disponibili anche altri tre tagli di memoria: 256GB, 512GB e 1TB.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

PEGI, novità per gli indicatori sull’età consigliata dei videogiochi: i richiamo al gioco d’azzardo faranno scattare il bollino PEGI18

next
Articolo Successivo

Roma, dall’8 al 10 ottobre le nuove tecnologie in mostra nella capitale alla “Maker Faire”

next