Lei non ha il potere di fermare fisicamente nessuno, ha solo il potere di avvisare le autorità. Quindi si può entrare, le autorità poi decideranno”. Ugo Mattei, professore di Giurisprudenza a Torino e candidato sindaco, ha guidato una protesta di studenti contrari al certificato entrando in Rettorato. Il professore – come spiega il suo ufficio stampa – non si è mai detto contrario né ai vaccini né al green pass a priori “ma si è espresso contrario, come per i vaccini, al green pass come strumento di discriminazione sociale tra cittadini di serie a e di serie b”. Una quarantina di universitari, insieme al docente, si sono quindi seduti nel cortile della struttura senza esibire il certificato verde per protesta. “Questa mattina se non lo presento non posso prendere un libro nel mio ufficio. È gravemente discriminatorio, perché la condizione del docente o studente vaccinato non è meno pericolosa di quella di chi non è vaccinato – ha spiegato – A parità di pericolosità e di poter diffondere l’infezione ci vuole una soluzione normativa non discriminatoria. Una soluzione potrebbe essere fare tamponi a campione a vaccinati e non vaccinati. Si andrebbe nella direzione di tutelare la salute pubblica”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Conte: “Le dichiarazioni del ministro Cingolani all’evento di Italia viva? Avremo un chiarimento sulle sue politiche ambientali”

next
Articolo Successivo

Casal di Principe, le dimissioni del sindaco Natale meritano un sussulto di attenzione

next