Le primarie si sono tenute il 22 giugno, ma l’esito definitivo è arrivato soltanto adesso, una volta terminato lo scrutinio anche dei voti per posta. Fin dai primi risultati Eric Adams era il favorito, ma ora, visto lo scarto di 8.426 voti col quale ha prevalso su Kathryn Garcia, è stato proclamato ufficialmente vincitore: sarà il candidato democratico per la corsa a sindaco di New York.

Afroamericano, Adams è un ex capitano di polizia e ha fatto della lotta alla criminalità il punto qualificante della sua strategia. Un tema che, vista l’escalation di violenze negli Stati Uniti, sta diventando centrale anche per i democratici. Per convincere gli elettori, sono risultati efficaci il suo appello alla moderazione e la promessa di trovare un equilibrio tra la lotta alla criminalità e la fine dell’ingiustizia razziale all’interno della polizia. Se dovesse venire eletto, Adams sarebbe il secondo sindaco nero di New York. “Sono cresciuto povero a Brooklyn e nel Queens. Indossavo un giubbotto antiproiettile per tenere al sicuro i miei vicini. Ho servito la mia comunità come senatore dello stato e presidente del distretto di Brooklyn“, ha scritto Adams su Twitter. “Sono onorato di essere il candidato democratico a sindaco della città che ho sempre chiamato casa”, ha aggiunto.

Adams ha trionfato sconfiggendo rivali tra cui l’ex commissaria per i servizi igienico-sanitari della città Kathryn Garcia, l’avvocata per i diritti civili Maya Wiley e l’ex candidato presidenziale Andrew Yang. Adams è considerato il favorito nelle elezioni generali di novembre in cui dovrà sfidare il candidato repubblicano, Curtis Sliwa, fondatore dei Guardian Angels. Lo scrutinio per le primarie a New York era sprofondato nel caos nei giorni scorsi, quando il Board of Elections aveva ammesso di aver conteggiato anche 135mila schede test, quelle usate per provare il nuovo sistema di voto a scelta multipla.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Amsterdam, il giornalista Peter de Vries ferito a colpi di pistola: è grave. Era sulla “lista nera” di un latitante

next
Articolo Successivo

Europei a Wembley, governo Uk ammette: “Il rischio focolaio c’è con migliaia di persone in un solo posto. Ma siamo fiduciosi”

next