È stato colto in flagrante mentre riceveva del materiale che le forze di sicurezza russe ritengono essere classificato. Così, la polizia del governo di Mosca ha arrestato il console estone a San Pietroburgo, Mart Latte, sospettato di attività di spionaggio nei confronti della Federazione. Lo Fsb, i servizi segreti russi, in un comunicato hanno spiegato che l’attività del diplomatico europeo è da considerarsi “ostile” e “incompatibile” con il suo status che, teoricamente, lo proteggerebbe da eventuali procedimenti giudiziari.

Al momento, il governo estone non ha rilasciato dichiarazioni ufficiali, ma non è la prima volta che si arriva a uno scontro diplomatico tra Mosca e la Repubblica baltica. La Russia ha infatti espulso diplomatici estoni già due volte quest’anno, per rappresaglia contro l’espulsione di diplomatici russi da parte di Tallinn.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Covid, il Cts spagnolo: “Chiudere con urgenza locali notturni e tenere in conto coprifuoco”. La Catalogna reintroduce misure restrittive

next
Articolo Successivo

Amsterdam, il giornalista Peter de Vries ferito a colpi di pistola: è grave. Era sulla “lista nera” di un latitante

next