Nelle ultime 24 ore sono stati rintracciati 932 nuovi casi di infezione da Sars-Cov-2 tra i 228.127 tamponi processati, di cui 143.242 test antigenici rapidi. L’incidenza resta stabile allo 0,4% ma, per il secondo giorno consecutivo, si registra un numero maggiore di casi rispetto allo stesso giorno della settimana precedente. Sabato 26, infatti, i nuovi positivi furono 838 con 224.493 tamponi. Gli aumenti più sensibili si sono registrati in Calabria, Veneto, Marche, Sicilia, Lombardia e Campania.

Il leggero cambio di tendenza potrebbe essere frutto della diffusione della variante Delta, maggiormente infettiva e come certificato dall’Iss in ascesa tra i test positivi. Tuttavia, come risultato delle vaccinazioni, non si arresta la discesa dei ricoverati, che sono 75 in meno rispetto a venerdì, e delle persone assistite in terapia intensiva, nove in meno, con appena 2 ingressi nelle ultime 24 ore, entrambi in Campania.

Il maggior incremento di casi giornaliero si registra in Lombardia, con 140 positivi accertamenti. Dati leggermente inferiori in Campania (139) e Sicilia (134). Tutte le altre aree del Paese registrano meno di cento positivi: nel Lazio sono 85, in Veneto 66, uno in meno in Emilia-Romagna, la Calabria si ferma a 56 e la Toscana a 50. La Puglia ne riporta 47, il Piemonte 35, le Marche 32, l’Abruzzo 28 e la Basilicata 11. Meno di dieci contagi nelle altre regioni, con nessuna a zero.

Da lunedì ad oggi sono 4.452 i nuovi positivi rintracciati, circa trecento in meno dei 4.799 accertati negli stessi giorni della scorsa settimana. In lieve calo i decessi, passati da 188 a 165, e quasi dimezzati gli ingressi in terapia intensiva (da 52 a 30). La settimana ha registrato anche un nuovo calo dei ricoverati (-349) da lunedì ad oggi: una diminuzione meno intensa della settimana scorsa quando furono 673 i posti che si sono liberati negli stessi giorni.

Dall’inizio della pandemia sono 4.262.511 le persone che hanno certamente contratto il virus, di cui 4.089.298 sono guariti o sono stati dimessi (3.110 in più di venerdì) e 127.637 sono deceduti. Restano attualmente positivi in 45.576. Di questi 43.978 sono in isolamento domiciliare, 1.394 sono ricoverati con sintomi in area medica e 204 si trovano nelle terapie intensive di 16 Regioni. Mentre le rianimazioni sono ormai vuote in Friuli-Venezia Giulia, Trentino, Basilicata, Molise e Valle d’Aosta.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Migranti, 215 sbarcati a Lampedusa in poche ore. In Tunisia e Libia recuperati 57 cadaveri. E la Guardia Costiera ferma una nave di Msf

next
Articolo Successivo

Trader in carcere da tre mesi negli Emirati, l’appello della compagna: “Aiuteci”. L’avvocata: “Arrestato senza esibire un mandato”

next