Un errore avvenuto a Nole Canavese, a seguito del quale 17 persone, tutte under 60, risultano sotto osservazione. Sabato 26 giugno, nel centro vaccinale anti covid in provincia di Torino, è stato infatti somministrato il vaccino Astrazeneca a 19 utenti che, però, avrebbero dovuto ricevere Pfizer.

“L’evento è stato immediatamente comunicato agli interessati e contestualmente è stato attivato un protocollo di sorveglianza, condiviso con gli utenti stessi, che prevede, oltre a una presa in carico attiva da parte di un medico dell’Asl, un monitoraggio ematochimico”, fanno sapere dall’Asl To4.

Al momento non si sono registrati “sintomi diversi da quelli comunemente correlati alla vaccinazione anti Covid“, fanno sapere dall’azienda sanitaria, e la sorveglianza ematochimica non ha rilevato l’emergere di situazioni di rischio. L’Asl ha ulteriormente rafforzato le procedure di controllo già operative ed è in corso un’approfondita analisi interna.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Covid, l’India supera la soglia di 400mila morti da inizio pandemia: il governo punta ad accelerare con le vaccinazioni (finora a rilento)

next