Una donna di 51 anni, Maria Carmina, casalinga, è stata uccisa a coltellate in una villetta nella prima periferia di Altopascio (Lucca). I Carabinieri intervenuti sul posto hanno fermato il presunto omicida, il marito 54enne Luigi Fontana, artigiano, condotto in caserma. L’aggressione è avvenuta al culmine di una lite domestica. La coppia, originaria di Caserta, ha due figli, un ragazzo e una ragazza, a sua volta madre di due bambini i quali – a quanto pare – si trovavano nel giardino al momento dell’omicidio, ma non vi hanno assistito.

È stata una vicina di casa a dare l’allarme sul femminicidio quando ha visto Fontana camminare in strada, con le mani insanguinate, fuori dall’abitazione. Per ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto sul posto è arrivato il magistrato di turno, il sostituto procuratore di Lucca Alberto Dello Iacono, che coordina le indagini dei carabinieri.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Torino, ambulante ucciso a coltellate nel mercato in pieno centro. Fermato l’aggressore

next
Articolo Successivo

Saman Abbas, nei video riconosciuti due cugini con attrezzi da lavoro: salgono a 5 gli indagati per la scomparsa della giovane

next