La Polizia ha arrestato in Italia il complice dell’autore dell’attentato terroristico commesso in Francia a Nizza il 14 luglio 2016, costato la vita a 86 persone, di cui sei italiane. Il blitz degli investigatori è scattato mercoledì sera a Sparanise, in provincia di Caserta, e ha portato alla cattura di Endri Elezi, 28enne cittadino albanese colpito da mandato d’arresto europeo emesso dalle autorità francesi poiché ritenuto responsabile di aver fornito armi a Mohamed Lahouaiej-Bouhlel, autore dell’attentato terroristico commesso nella città francese.

L’operazione, d’intesa con il procuratore della Repubblica di Napoli, è stata eseguita dagli uomini della polizia di stato delle Digos delle Questure di Napoli e Caserta, attivate dalla direzione centrale della polizia di prevenzione e con la collaborazione del compartimento della polizia postale della Campani.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Nuovo decreto Covid – Dalla scuola al calcetto: ecco le misure e il calendario delle riaperture

next
Articolo Successivo

“Il coprifuoco alle 22 non è destinato a restare fino al 31 luglio”: il governo valuta modifiche graduali sulla base dell’andamento dei dati

next