“Il punto è creare una società nuova che parta immediatamente, se perdiamo la stagione estiva non siamo messi bene“. Così il presidente del Consiglio, Mario Draghi, in conferenza stampa. “Bisogna partire subito, la società deve reggersi da sola senza sussidi, questo è l’obiettivo e speriamo che la trattativa si risolva in modo positivo, i ministri competenti stanno facendo di tutto”, ha aggiunto. “Il punto centrale è creare una società che si chiamerà Ita che avrà una forte discontinuità con la vecchia Alitalia. A me dispiace moltissimo che non si chiamerà più Alitalia, anche perché viaggiavo così tanto con Alitalia che era come una cosa di famiglia, anche se costosa. Ora stanno trattando sul logo”.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Von der Leyen, Draghi: “Con dittatori come Erdogan è fondamentale essere franchi e cooperare. Dispiaciuto per l’umiliazione”

next
Articolo Successivo

Bonaccini: “Ultimo giorno da presidente della Conferenza delle Regioni”. Per la successione in pole Fedriga

next