L’obbligo di quarantena di 5 giorni per chi torna dai Paesi Ue è stato prorogato fino al 30 aprile dal ministero della Salute. Nella nuova ordinanza firmata da Roberto Speranza, rientrano tra gli Stati per i quali l’isolamento fiduciario ha questa durata anche Regno Unito, Irlanda del Nord, Israele e Austria (ma non per il Tirolo). Fino al provvedimento del ministro, chi rientrava da quei quattro Paesi aveva l’obbligo di rimanere isolato per 14 giorni.

Oltre all’obbligo di quarantena, resta anche la necessità di un tampone negativo al momento del rientro (effettuato nelle 48 ore precedenti) e di un nuovo test – molecolare o antigenico – da effettuare prima dopo l’isolamento. Come nella precedenza ordinanza, rientrano nell’elenco Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria, Islanda, Norvegia, Liechtenstein, Svizzera, Andorra, Principato di Monaco.

La stretta era stata introdotta a fine marzo sull’onda delle proteste degli albergatori, allarmati per il blocco degli spostamenti tra Regioni ma la contestuale possibilità di andare in molti Paesi Ue per turismo senza alcun tipo limitazione. L’obiettivo era evitare la fuga verso le mete europee, approfittando dei giorni di festa. A protestare era stato anche il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca, che aveva sottolineato come fosse vietato spostarsi tra le Regioni italiane ma fosse invece possibile andare all’estero, anche solo per turismo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pasqua in zona rossa, a Milano controlli nei parchi del centro: tante persone a passeggio ma senza assembramenti

next
Articolo Successivo

Covid, controlli e sanzioni da Nord a Sud nel week end: “No grosse criticità”. A Pasqua 2.405 multati su 96mila fermati da forze dell’ordine

next