Nelle ultime settimane abbiamo provato le RIG 700HS di Nacon, un set di cuffie da gaming wireless progettate per Playstation 4 ma adattabili perfettamente a qualsiasi dispositivo che possa accogliere una periferica audio USB.

Esteticamente si presentano con un design moderno e pulito, caratterizzato dagli intagli trapezoidali lungo la struttura dell’archetto, in una colorazione completamente nera, se non per le due scritte “RIG” che spiccano sui padiglioni e le icone a fianco dei vari pulsanti. Lo scheletro è in plastica, ma restituisce comunque una buona sensazione di solidità, mentre i cuscinetti sull’archetto e sui padiglioni garantiscono comodità e freschezza, grazie anche al tessuto traspirante del quale sono rivestiti. Anche il peso gioca un ruolo fondamentale: con i loro 241 grammi sono tra le cuffie tra le più leggere della categoria. I controlli sono posizionati sul padiglione sinistro, dove troviamo una rotellina per il volume, una per alternare il volume tra chat vocale e gioco, un pulsante per isolare il microfono ed il tasto di accensione (utilizzato anche per il pairing con il ricevitore wireless); sempre sul padiglione sinistro è posizionata la presa per il jack del microfono (è removibile)

Le abbiamo provate principalmente su Playstation 4, ma anche su televisore e pc, riscontrando un funzionamento immediato su qualsiasi programma di messaggistica vocale, vedendo necessario al massimo un’attesa di circa 2 secondi per il un pairing il dongle ricevitore. Buona la riduzione dei rumori esterni, anche se appoggiandosi a soli sistemi passivi si rimane lontani dall’isolamento totale, ma offrono comunque una prestazione degna di nota. Le RIG 700 HS equipaggiano due driver da 40 mm con bass-tube e un’impedenza di 32 ohms che restituiscono un suono davvero cristallino con i bassi che fanno la loro figura e alte frequenze pulite, ma considerato che si tratta comunque di cuffie studiate per il gaming non si è sicuramente al livello di dispositivi pensati per gli audiofili. Anche per quanto riguarda il microfono i risultati sono stati buoni, le cuffie di Nacon mandano in output una voce senza distorsioni né lag tramite e, grazie all’ottima flessibilità del supporto, è possibile tenere il microfono sempre perfettamente davanti alla bocca, vedendo la tecnologia di riduzione dei rumori circondanti fare un buon lavoro.

La durata di utilizzo dichiarata per una singola ricarica è di 12 ore, nella nostra prova abbiamo riscontrato che ciò non solo è veritiero, ma ci è parso anzi di averle potuto utilizzare anche un po di più prima di dover attaccare lo spinotto microUSB di ricarca. Si fa sentire però l’assenza di un display, o comunque di un modo per capire rapidamente mentre le si usa quanta carica sia ancora presente nelle cuffie, vedendo il tutto limitato ad un messaggio vocale riprodotto all’accensione, mentre quando si è vicini alla batteria scarica un secondo messaggio avvisa quando è ora di riattaccarle al caricatore.

Se dal lato tecnico le RIG 700HS adempiono in modo ottimale ai loro compiti, dal lato costruttivo hanno un paio di elementi che remano contro una recensione perfetta. A differenza di molte altre cuffie, nelle 700HS non si può regolare la misura semplicemente tirando o spingendo i padiglioni, ma presentano tre buchi da utilizzare come se fossero i fori di una cintura, dovendo dunque smontare il padiglione dal supporto ogni qualvolta lo si voglia regolare. Purtroppo questa scelta comporta anche che le cuffie offrono solo tre differenti misure con il rischio che alcuni potrebbero faticare a trovare il comfort ideale.

Nonostante questi piccoli difetti però le Nacon RIG 700HS si sono dimostrate delle ottime cuffie da gaming che, a nostro parere, valgono i loro 129,90 euro richiesti; può essere un prezzo ritenuto non accessibile a tutte le tasche, ma il prodotto offre un rapporto qualità/prezzo assolutamente giustificato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Whatsapp, Instagram e Facebook riprendono a funzionare dopo il down. Disservizi durati oltre un’ora nel mondo. “Problema tecnico”

next
Articolo Successivo

Twitter, scoperta vulnerabilità che consente di nascondere contenuti nelle immagini

next