La Procura di Lagonegro ha aperto un’indagine sulla morte di un agente della Polizia locale di 62 anni di Vibonati, in provincia di Salerno, che è deceduto ieri sera per un malore. Poche ore prima si era sottoposto alla vaccinazione anti-Covid con Pfizer-Biontech prevista dalla Regione Campania e dalla Asl di Salerno per le forze dell’ordine.

La somministrazione è stata effettuata all’ospedale di Sapri e al momento dell’inoculazione l’uomo non ha accusato problemi. In serata il decesso. Sarà l’autopsia a stabilire le cause della morte. Al momento non è possibile appurare una correlazione tra il decesso e la somministrazione. “Siamo molto dispiaciuti per quanto accaduto, non è dimostrabile una relazione causale con la somministrazione del vaccino – dice Rocco Calabrese, direttore sanitario dell’ospedale di Sapri – tra l’altro risulta che il paziente fosse affetto da patologie pregresse di natura metabolica e cardiocircolatoria. Inoltre per il 62enne così come previsto dalle linee guida in ambito vaccinale, a vaccinazione eseguita, sono stati rispettati i 15 minuti di osservazione, nell’arco dei quali lo stesso non ha lamentato nessun disturbo“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Astrazeneca, giornalista Roberta Villa: “Temo un grosso crollo nella fiducia dei cittadini. Forse dietro allo stop motivi commerciali”

next
Articolo Successivo

Positiva al metadone neonata di 40 giorni, la bimba ricoverata e la madre indagata

next