“Globalmente abbiamo l’indice di occupazione di posti letto in terapia intensiva intorno al 24%, sotto la soglia critica, ma in alcune regioni è sopra al 30%, in Umbria e Molise stanno trasferendo malati in altre regioni. Ci sono zone rosse chirurgiche e l’età media dei pazienti ricoverati in ospedale è scesa intorno ai 44 anni, pazienti più giovani. L’unico dato positivo è che il trend tra le persone ottuagenarie che sono state vaccinate e il personale sanitario è in deciso calo”. Così a Buongiorno, su Sky Tg24, Massimo Antonelli, direttore dell’unità di Anestesia e rianimazione del Policlinico Gemelli di Roma e componente del Comitato tecnico-scientifico (Cts).

Video SkyTg24

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Controlli anti-Covid dei Nas in 382 bar di ospedali pubblici e privati: uno su tre viola le normative igienico-sanitarie

next
Articolo Successivo

Varianti, il virologo Galli contro la movida: “Comportamenti scriteriati, tra 15 giorni sapremo se ne pagheremo le conseguenze”

next