Cosa cambierei se potessi tornare indietro? L’annuncio dal balcone dopo aver ottenuto il reddito di cittadinanza. È vero, era una battaglia a cui tenevamo moltissimo, ma un uomo delle istituzioni non si comporta così”. Sono le parole del ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, intervistato da Andrea Scanzi. “Che cosa resterà di me se dovessi smettere di fare politica domani? Ci sono tre milioni di persone che stanno mangiando, in questo momento, grazie al reddito di cittadinanza. Quella è una cosa che ti rende grato per il lavoro che hai fatto”.

L’intervista integrale a Luigi Di Maio (qui).

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sottosegretari, l’esclusa Sandra Zampa: “Abbiamo rinunciato alla Salute e nessuno nel Pd mi ha fatto una telefonata”

next
Articolo Successivo

Altro che ‘governo dei migliori’: questi sottosegretari sono indecorosi

next