“Io voglio un Pd dai contenuti chiari e a vocazione maggioritaria, cioè che lavora nell’interesse del Paese, ma che non si deve ridurre a forza di testimonianza, ma che attorno alle proprie convinzioni costruisce alleanze e non si limita solo a testimoniare“. Lo ha detto il segretario del Partito democratico, Nicola Zingaretti, durante la Direzione nazionale del partito, citando l’esperienza appena concluso del governo Conte 2. “Il 13 e 14 marzo abbiamo deciso di convocare la riunione della nostra assemblea nazionale per aprire una discussione sul futuro dell’Italia, del ruolo del Pd dopo la formazione del governo Draghi e quanto ci aspetta come Pd nei prossimi mesi e anni. È tempo di una rigenerazione del Pd

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Francesco Giavazzi consulente economico di Mario Draghi. Prima sostenitore dell'”austerità espansiva” e liberalizzatore ora keynesiano

next
Articolo Successivo

Zingaretti convoca l’Assemblea nazionale del Pd: “È il tempo di una rigenerazione”. E presenta un’agenda di 10 punti

next