Sono circa 150 i lavoratori della Whirpool che oggi sono venuti a manifestare sotto il Mise per ricordare che “dopo 21 mesi e tre governi ancora nulla è cambiato” per lo stabilimento di Napoli. “Nuovo governo, stessi problemi. Oggi chiediamo al nuovo ministro di creare un nuovo confronto con l’azienda per evitare gravi tensioni sociali. La fiducia al governo ci sarà se saprà dare risposta al lavoro”, così Barbara Tiballi della segreteria nazionale Fiom Cgil. Sulla stessa linea il segretario generale Fim Cisl, Roberto Banaglia, che ha sottolineato che “il 2021 non dovrà essere il 2020 bis”. La Uilm con il segretario nazionale Gianluca Ficco chiede invece di riconvocare il tavolo permanente e “scongiurare i licenziamenti che potrebbero ripartire da fine marzo”. È stato prevista per le ora 10:30 un incontro con una delegazione degli operai e il ministro Giorgetti.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Reddito di cittadinanza, i dati Inps: a gennaio hanno ricevuto il beneficio 1,3 milioni di famiglie. L’importo medio è di 543 euro

next
Articolo Successivo

Contagi sul lavoro, l’Inail: “Seconda ondata più pesante della prima. A gennaio casi in crescita del 12,8% rispetto a un mese fa”

next