Il precedente governo ha già svolto una grande mole di lavoro sul Programma di ripresa e resilienza (PNRR). Dobbiamo approfondire e completare quel lavoro che, includendo le necessarie interlocuzioni con la Commissione europea, avrebbe una scadenza molto ravvicinata, la fine di aprile”. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Mario Draghi, nel discorso programmatico per la fiducia al Senato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Covid, Draghi: “Accelerare col piano vaccini imparando dai Paesi che si sono mossi più rapidamente di noi”

next
Articolo Successivo

Draghi: “Parità di genere non significa un farisaico rispetto delle quote rosa. Puntiamo a riequilibrare gap salariale”

next