In Kenya, a causa della drammatica invasione di locuste, la Fao (Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura) ha unito le forze con 51 Degrees, società specializzata nella gestione di riserve protette, che ha riorganizzato il proprio software, utilizzato per identificare bracconaggio, animali selvatici feriti o disboscamenti illegale, per individuare gli sciami di locuste

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Impeachment, Trump assolto: avrà perso la faccia, ma resta padrone

next
Articolo Successivo

Coronavirus, Oms: “Da inizio del 2021 i casi nel mondo si sono dimezzati. È l’effetto delle misure”

next