Alessia Lautone è la nuova direttrice responsabile dell’agenzia di stampa e comunicazione LaPresse. Romana, 54 anni, Lautone ha lavorato negli ultimi 18 anni all’AdnKronos, che ha guidato per 7 anni. Una carriera incentrata nel racconto del mondo politico, economico e culturale del Paese degli ultimi 30 anni, attraverso anche la televisione e la radio (a partire da RadioRai), dove ha condotto numerosi programmi. “Mi trasferisco a Milano per intraprendere una sfida che mi inorgoglisce e mi emoziona” dichiara definendo LaPresse “una realtà unica nel panorama editoriale italiano, un’azienda con potenzialità straordinarie, con una forte vocazione internazionale e una potente attitudine multimediale, capace di fare investimenti importanti nonostante la situazione così difficile.

Ad affiancarla ci sarà il condirettore Nicola Assetta, ex vicedirettore dell’agenzia negli ultimi 4 anni con la delega all’area video. Assetta, torinese, ha lavorato molti anni in Francia dove è stato capo redattore centrale del canale televisivo europeo di informazione Euronews, ha poi diretto la Redazione contenuti digitali di Rcs. Caterina Parise sarà vicedirettrice per il coordinamento dell’agenzia stampa. “Abbiamo davanti cose di gran lunga migliori di quelle che ci siamo già lasciate dietro – commenta il presidente di LaPresse Marco Durante È sotto gli occhi di tutti quello che abbiamo fatto, gli obiettivi che abbiamo raggiunto in soli 18 mesi”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sulla lettera di Recalcati a Renzi, una riflessione

next
Articolo Successivo

L’Antitrust multa Sky per 2 milioni: non ha rimborsato i clienti Calcio e Sport dopo la sospensione delle partite

next