“Voto su Rousseau? Uno strumento che può essere utilizzato, ma va detto che ci sarà Beppe Grillo alle trattative, alle consultazioni con il presidente incarico e questa è già una garanzia per tutti noi, sia dentro alle istituzioni che per gli iscritti al Movimento 5 stelle, così Francesco D’Uva (M5S) in una dichiarazione davanti l’Hotel Nazionale in Piazza Montecitori, alla vigilia delle consultazioni con il premier incaricato, Mario Draghi. Alla domanda se fosse possibile un governo con la Lega, D’Uva non chiude: “Sappiamo che l’entusiasmo del M5S dello stare fianco a fianco con altre forze politiche non è mai stato nelle nostre corde, ma davanti alla necessità, davanti al voler portare avanti l’agenda che è cara al M5S abbiamo già dato prova di essere pronti a saper fare passi avanti e lo faremo ancora una volta, se sarà necessario e se ci saranno garanzie che questa sia la strada giusta”. Sulla linea da prendere nei confronti dell’ex presidente della Bce, poi, l’esponente M5s prosegue: “Intanto quello che faremo sarà ascoltarlo, sapere cosa vuole fare – specifica – Dopodiché, noi abbiamo detto che ci sono dei temi che sono per noi chiari. Se si chiede un appoggio al Movimento 5 Stelle, l’appoggio del Movimento 5 Stelle ci può essere solo se si portano avanti quei temi cari al Movimento 5 Stelle”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

L’operazione Draghi? L’ennesimo tentativo di confondere le acque

next