Un incendio è divampato la sera del 2 gennaio all’interno di un asilo a Palermo. Si tratta della struttura Peter Pan, nel quartiere Cep del capoluogo siciliano. Non si conoscono ancora le cause ma l’ipotesi è che si tratti di un incendio doloso. La scuola ospita 50 bambini, come ha fatto sapere il Comune. Il primo cittadino, Leoluca Orlando, ha condannato duramente il gesto. Secondo quanto riporta La Repubblica, due locali sono stati pesantemente danneggiati e l’impianto elettrico è fuori uso. La scuola è stata dichiarata inagibile.

L’ipotesi delle fiamme appiccate con intenzionalità deriva anche dal passato del nido: il Peter Pan è infatti una delle scuole più bersagliate, oggetto di atti vandalici e furti. “Criminali e farabutti – ha commentato il sindaco Orlando Chi danneggia, incendia, deruba e vandalizza un asilo ruba il futuro ai bambini e alle bambine di Palermo. Spero che gli autori del gravissimo attacco al Peter Pan siano immediatamente identificati e colpiti con tutta la durezza che il loro comportamento ignobile merita”.

Anche dall’assessore comunale alla Scuola Giovanna Marano, ha criticato il gesto, dando quindi per assodato l’incendio doloso. “Ancora un atto vile e indegno, un attacco violento, ancora più violento che in passato contro un asilo comunale. Un attacco contro i più piccoli e contro le famiglie, cui serve dare una risposta da parte di tutta la comunità scolastica”. Nella struttura – fanno sapere – è presente un impianto antincendio regolarmente funzionante e il materiale è ignifugo ai sensi di legge.

“Condanniamo in maniera ferma questo atto che, se dovesse venire confermata la sua origine dolosa, richiede una rapida risposta da parte delle istituzioni”, ha dichiarato invece il segretario generale Cgil Palermo Mario Ridulfo. “Trovare e condannare i colpevoli, riaprire la struttura il prima possibile, mettendola in sicurezza, e andare avanti, è l’unica risposta davanti ad azioni simili poste in essere da chi vuole il degrado della nostra città”. ”Esprimiamo la nostra solidarietà – ha aggiunto il segretario generale Flc Cgil Palermo – e condanniamo queste forme di cieca e ottusa violenza perpetrate contro il bene più prezioso della nostra comunità: l’istruzione e bambini che sono i semi del nostro futuro”. “Solidarietà al personale dell’asilo, tra i più sottoposti della città a incendi e atti vandalici, dalla Funzione pubblica Cgil Palermo“.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Dentro il presidio Emergency all’ospedale di Crotone: “Qui il Covid ha portato al pettine dei nodi che già esistevano”

next