Tre calciatrici di origine mista che affrontano le loro battaglie quotidiane, dal bullismo al razzismo alle discriminazioni di genere grazie allo sport. È il tema del nuovo spot della Nike Giappone che sta facendo infuriare i nipponici. La pubblicità, chiamata “The future isn’t waiting”, tradotto “il futuro non aspetta”, tratta, appunto, tramite “vere esperienza di vita”, i temi del bullismo e delle discriminazioni. Un modo di vedere la “società giapponese moderna” stereotipato, secondo molti giapponesi che hanno quindi minacciato di boicottare il marchio statunitense. L’azienda ha dichiarato sul proprio sito web di “credere nella capacità dello sport di trasformare le vite” e di aver solo “ascoltato al lungo le voci delle minoranze” per la realizzazione dello spot. Ma, secondo l’esperto di temi asiatici Steve McGinnes, si tratta di un grande “autogol” per l’azienda sportiva.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Paura in Minnesota: ultraleggero atterra in autostrada, poi si schianta contro un suv. Le immagini

next
Articolo Successivo

Erdogan: “Macron è un problema, spero che la Francia se ne liberi al più presto”. Ma rischia le sanzioni Ue

next