Sono 19.350 i nuovi casi di coronavirus accertati tra i circa 182.100 tamponi processati. I morti sono 785. Le persone assistite in terapia intensiva sono 81 in meno rispetto a lunedì e, dopo l’aumento delle scorse ventiquatt’ore, tornano anche a ridursi i ricoverati con sintomi, che sono 376 in meno. “Rispetto a una o due settimane fa situazione in miglioramento. Non vuol dire che sia di tutta tranquillità, tutt’altro”, ha avvisato il direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza. “Abbiamo incidenze ancora elevate”, ha aggiunto riferendosi al rapporto tra nuovi positivi e tamponi effettuati. La percentuale, ha sottolineato, “tende ad abbassarsi ma è ancora abbastanza critica”.

Il tasso di positività scende al 10,6% se conteggiato sul totale dei tamponi effettuati, mentre si attesta al 22,7 per cento se si riduce il campione agli 85.112 casi testati. Tra ieri e oggi il totale dei nuovi positivi è di 35.727, in netto calo rispetto agli stessi giorni della scorsa settimana quando ne furono rintracciati 46.162. Tre settimane fa, tra lunedì e martedì, erano stati circa il 40% in più (60.369). È invece sostanzialmente stabile il tragico conto dei decessi: 1.457 negli ultimi due giorni, 1.483 la scorsa settimana.

La Lombardia resta la regione con il maggior incremento: 4.048 nuovi casi. Circa il doppio del Veneto, seconda area del Paese più colpita, che si attesta a 2.535. Tutte le altre Regioni tornano sotto i 2mila contagi: 1.669 nel Lazio, 1.659 in Puglia, 1.617 in Piemonte, 1.471 in Emilia-Romagna, 1.399 in Sicilia e 1.113 in Campania. Tre aree contano meno di cento casi: 94 nella Provincia di Bolzano, 60 in Molise e 25 in Valle d’Aosta.

Dall’inizio della pandemia i casi accertati sono 1.620.901. In 779.945 sono attualmente positivi, di cui 743.471 in isolamento domiciliare. Sono 32.811 i ricoverati con sintomi nei reparti Covid e altri 3.663 pazienti vengono assistiti in terapia intensiva. Da febbraio ad oggi in 784.595 hanno superato l’infezione o sono stati dimessi, mentre 56.361 persone colpite dal Covid-19 sono decedute.

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, la conferenza stampa con Brusaferro e Rezza. Segui la diretta

next
Articolo Successivo

A Roma il presidio contro lo sgombero del cinema Palazzo, c’è anche l’attore Ascanio Celestini: “Alla città manca progetto culturale”

next