“Grosso modo almeno tra 60% e 70% della popolazione dovrebbe essere vaccinata contro il SarsCov2 per ottenere l’immunità di gregge”, così il direttore Prevenzione del ministero della Salute Gianni Rezza, durante la conferenza stampa al Ministero della salute. A Rezza ha subito fatto eco Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità che ha ribadito la stima del 70%, sottolineando che “ciò vuol dire vaccinare 42 milioni di italiani”. “Quando parlo di immunità di comunità non parlo di soglia per l’eradicazione, ma soglia per evitare la circolazione” e quindi “evitare ondate epidemiche”, ha poi evidenziato Rezza.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Legionella, le accuse dei pm di Bari: “Dagli indagati plurime omissioni, erano a conoscenza del pericolo esistente all’ospedale”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, Locatelli: “Mi rimane difficile con questi numeri pensare allo sci e al Natale. Dati incompatibili con riaperture impianti”

next