Lo studio dell’Istituto Nazionale di Tumori di Milano dimostrerebbe la presenza di malati asintomatici da Covid in uno screening sul cancro al polmone già a settembre 2019. I positivi provengono da 13 Regioni, la metà dalla Lombardia seguita da Piemonte, Lazio, Emilia-Romagna, Toscana e Veneto. “Il nostro obiettivo era dimostrare che la circolazione del virus fosse presente in periodi che precedevano lo scoppio della pandemia di febbraio 2020”, spiega Gabriella Sozzi, direttrice Struttura complessa dell’Int, “abbiamo identificato 111 persone che presentavo nel loro sangue degli anticorpi specifici contro il Sars-Cov 2. Quindi crediamo che la circolazione avvenisse già in estate ma che i pazienti abbiano sviluppato una reazione immunitaria abbastanza forte da non sviluppare sintomi”.

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ancona, bambino operato di tumore al midollo sulle note di un pianoforte acustico a 432 hertz

next
Articolo Successivo

Medici, le Regioni li cercano anche all’estero ma ignorano quelli stranieri che sono già qui: “Bandi Ats ci tagliano fuori per la cittadinanza”

next