“Chi sostiene che la seconda ondata ci abbia colto di sorpresa e che siamo inerti, impreparati, chi dai divani afferma che siamo in ritardo non ha gli occhi onesti e la pazienza, oppure non conosce l’aritmetica. Certo problemi ce ne sono ancora”. È quanto ha detto il commissario straordinario all’emergenza, Domenico Arcuri, in conferenza stampa. “La curva dei contagi, a guardarla con occhi onesti, sembra finalmente iniziare a raffreddarsi. Questo grazie ai provvedimenti del governo e ai comportamenti virtuosi della maggioranza degli italiani – ha aggiunto – oggi abbiamo fatto 235mila tamponi, ormai ogni giorno stabilmente ne facciamo dieci volte di più della prima ondata. Chi nega questi risultati non ha mente libera e occhi onesti, o non ha pazienza. Inizia a decrescere il rapporto tra positivi e testati, per fortuna continuiamo in una intensa attività di tracciamento”.

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Riaprire le discoteche? Sì, per evitare problemi di ordine pubblico. La mail di un componente (su 4) del Cts alla Regione Sardegna

next
Articolo Successivo

Lazio, i posti nei reparti Covid sono di nuovo finiti: ospedali spostano interventi ordinari in cliniche private. Allo studio nuove misure

next