Alle 5.30 di questa mattina un uomo di 40 anni, residente a Carignano, nel torinese, ha sparato alla moglie e ai figli gemelli, entrambi minorenni. Poi si è suicidato. La donna è deceduta insieme a uno dei bambini, mentre la sorellina è ricoverata in gravi condizioni all’ospedale Regina Margherita. A scoprirlo sono stati i carabinieri, intervenuti su segnalazione dei vicini di casa che hanno sentito gli spari. Stando a quanto emerso finora, l’arma utilizzata, una pistola, era detenuta dall’uomo in modo legale. Non sono ancora noti i motivi del gesto, ma dalle prime informazioni sembra che la coppia fosse in crisi e che le liti ultimamente fossero continue. Il 40enne, inoltre, di mestiere operaio, sembra che avesse anticipato le sue intenzioni al fratello, che vive a Racconigi (Cuneo), con una telefonata.

L’episodio è avvenuto nella villetta di Carignano, a mezz’ora di macchina da Torino, dove viveva la famiglia. L’autore del gesto era ancora vivo quando sono arrivate le forze dell’ordine, ma è morto prima del trasporto in ospedale per le conseguenze del colpo che si è sparato in testa. Dopo aver ucciso la moglie e uno dei figli, ha sparato anche al cane di casa. Sul posto, insieme ai carabinieri, sono arrivati anche gli esperti della scientifica per ricostruire la dinamica di quanto accaduto.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Trapani, trovato cadavere di un neonato con il cranio fracassato. “Gettato dalla finestra dopo il parto”. Arrestata la madre di 17 anni

next
Articolo Successivo

Carignano, è morta anche la piccola Aurora: il padre le ha sparato alla testa dopo aver ucciso la madre e il fratellino di 2 anni

next