Anomalie nel sistema di moderazione della velocità, che li faceva andare troppo veloci, e irregolarità nella sosta. Queste le ragioni che hanno portato il Comune di Milano a ritirare l’autorizzazione a tre operatori di monopattini elettrici a effettuare lo sharing sul territorio della città.

Dall’inizio della sperimentazione, che ha portato circa 6mila mezzi sulle strade di Milano, il Comune ha avviato un monitoraggio dei veicoli messi a disposizione ai cittadini, per verificare che rispettassero le regole definite nell’avviso pubblico. Dopo diverse rilevazioni di irregolarità, e dopo aver stabilito che gli operatori continuavano ad avere comportamenti non conformi alle regole, Palazzo Marino ha deciso di revocare l’autorizzazione ad alcuni operatori. Secondo i dati Areu (Agenzia regionale emergenza e urgenza), dallo scorso primo giugno ad oggi ci sono stati 207 incidenti causati da monopattini.

Alla luce di queste rilevazioni, per tre società, ossia Bird, Helbiz e Circ, è scattato l’obbligo di cessare l’attività e ritirare i veicoli entro metà novembre. “I monopattini consentono spostamenti agili e capillari, si integrano con la rete del trasporto pubblico e rappresentano un sistema innovativo e sostenibile -s i sottolinea dal Comune – ma gli elementi a favore della sperimentazione attuata dal Comune di Milano non prescindono dalla sicurezza del mezzo e dall’utilizzo regolare del veicolo”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Regioni, ecco cosa cambia per chi è passato da zona gialla ad arancione: le regole

next
Articolo Successivo

Milano, al Pio Albergo Trivulzio ritirate 200mila mascherine: “Non a norma”. Da un nuovo screening sono 13 gli operatori positivi

next